Borghi e Paesaggi Italiani

Con il 2017 l’Associazione Eureka eventi ha deciso di dare spazio anche agli artisti figurativi, creando un nuovo gruppo di bravi paesaggisti la maggior parte dei quali proveniente dalla “Nuova Scuola ternana del paesaggio” . Non solo artisti ternani ed umbri in questo nuovo gruppo creato ad inizio 2017.

La storia dell’arte ci ha da sempre insegnato che esistono due categorie di artisti: quelli che innovano e quelli che riproducono.

I paesaggisti appartengono a questa seconda categoria di pittori, ossia quelli che che riproducono o reinterpretano la realtà, la natura e l’ambiente che ci circonda.

In Italia due grandi pittori del passato hanno avuto il merito di introdurre il paesaggio come elemento pittorico/decorativo e sono: Annibale Carracci ed il Giorgione.

Il dipinto che ha sancito il definitivo sdoganamento del paesaggio è sicuramente e senza lacuna ombra di smentita l’opera “Fuga in Egitto” (di Annibale Carracci). Con lui il paesaggio diventa elemento fondamentale del dipinto. In Fuga in Egitto la Sacra Famiglia, pur nella loro sacralità, diventa un elemento secondario rispetto al maestoso ed imponente paesaggio che invade l’intero dipinto.

Fra coloro che espongono troviamo anche il Maestro Internazionale di spatola stratigrafica Mario Salvo.

L’artista romano possiede un cv di tutto rispetto. Alcune sue opere fanno parte di collezioni museali internazionali. Ad esempio Salvo fa parte del Metaformismo di Giulia Sillato. Lui è Maestro di spatola e con la spatola ed il colore ci fa quello vuole.

Commenti chiusi